PONTE DI LEGNO

La località turistica di Ponte di Legno si trova all’estremità della Valle Camonica e ne rappresenta l’ultimo e, per estensione territoriale, il più grande comune. Completamente immersa in un ampio fondovalle, funge da confine tramite il Passo del Tonale tra la Lombardia e il Trentino-Alto Adige, mentre tramite il Passo di Gavia fra le provincie di Brescia e Sondrio.

È il comune più a nord della valle Camonica e della provincia di Brescia ed è il secondo più popolato dopo Edolo dell’Alta Valle Camonica.

La frazione di Poia, ormai inserita nell’abitato, ne costituisce la propaggine occidentale. Le frazioni di Zoanno e Precasaglio si trovano poco più in alto del capoluogo, verso nord. La frazione di Pezzo, invece, resta isolata e rappresenta il paese della valle ad una maggiore altitudine.

Ponte di Legno è il punto geografico dove il torrente Narcanello, che scende dal ghiacciaio del Pisgana, ed il torrente Frigidolfo, proveniente da Val Malza e dal Lago Nero, si incontrano dando vita ad un importante fiume del nord e uno degli affluenti principali del Po, l’Oglio.

Essendo la zona anticamente una palude, il fondovalle è stato più volte bonificato sia per permettere la costruzione di nuovi edifici, sia, soprattutto prima dell’avvento del turismo, per favorire la coltivazione e la pastorizia.

Dal paese si può ammirare per intero il gruppo del Castellaccio, costituito dall’omonimo monte, dalla cima Lagoscuro, dalla cima Payer e dalla cima Venezia. Salendo invece dapprima in Valbione e in seguito al Corno D’Aola, a circa 2000 m s.l.m., si domina l’intero paese, il gruppo del Salimmo, costituito dall’omonimo monte, dalla cima Casola e dalla cima Corno d’Aola e perfino il Passo del Tonale. È possibile inoltre osservare per intero Vescasa, la già citata Valbione, dove si trova un laghetto per la pesca sportiva di trote, un campo da golf a nove buche e la Conca di Pozzuoli da dove si diramano sentieri per la Bocchetta di Casola e per la Cima Salimmo.

SULZANO

Sulzano, comune italiano di 1.936 abitanti, è situato sulla sponda est del Lago d’Iseo, è principalmente conosciuto per il collegamento con Monte Isola. Nel Giugno 2016 Sulzano è stato al centro dell’attenzione mondiale per aver ospitato l’opera d’arte The Floating Piers, un pontile galleggiante color giallo dalia che univa Sulzano a Monte Isola. La conformazione di Sulzano offre scenari molto vari, dalle spiaggette, al borgo antico, dalla montagna con boschi incontaminati ai punti panoramici da cui ammirare il Sebino e la pianura padana dall’alto. Sulzano è attraversato da due torrenti: il “Mesagolo”, più piccolo, verso nord ed il “Calchere” poco più corposo, formato da due rami che si uniscono in località S.Fermo.
Durante una permanenza a Sulzano non possono mancare la visita alla chiesetta di San Mauro, edificata nel ’400, con un piccolo monastero i cui resti si trovano in contrada della Rovere; e una sosta al Santuario di San Fermo, eretto su un’altura isolata nei pressi dell’antica strada Valeriana: una chiesa a capanna con un vecchio portale incorniciato da pietra verde. Fu restaurata nel 1616.
Anche da Sulzano passa l’Antica Via Valeriana che, per millenni, costituì per il territorio bresciano il passaggio obbligato verso nord e verso la Valtrompia. Recuperato e riaperto nel 2002, il sentiero si presenta oggi come armonioso incontro tra paesaggio, arte e storia.